Contributi alle imprese situate all’interno del distretto del commercio “Il commercio tra montagna e lago”

Dotazione complessiva: € 72.500,00

Scadenza: 25/06/2030

Cos’è Il bando destina risorse, concesse dalla Direzione Generale Sviluppo Economico, al distretto “Il commercio tra montagna e lago” per il sostegno di interventi realizzati dalle imprese, finalizzati allo sviluppo della attività produttive, in particolare a sostenere:- Il mantenimento delle attività economiche;- l’apertura di nuove attività o il rilancio di attività esistenti in particolare il recupero e la rivitalizzazionedei nuclei storici;- l’adattamento dei punti vendita al risparmio energetico. In particolare, affidando al commercio il ruolo di animatore della vivibilità e vitalità dei luoghi, si intendeproporre la rivitalizzazione dei “centri storici” per sensibilizzare e sostenere interventi volti ad innescare politiche di controtendenza allo spopolamento dei centri storici, avviando processi di animazione e sostegno all’occupazione per sensibilizzare al riuso degli spazi attualmente non occupati. A chi si rivolge I soggetti beneficiari del presente bando sono le micro, piccole e medie imprese (con riferimento all’Allegato I del Regolamento UE 651/2014, del 17 giugno 2015), singole o associate, che alla data di presentazione della domanda rientrino nelle seguenti casistiche:1. Essere MPMI ai sensi del Reg. UE. n. 651/2014;2. essere iscritte e attive al Registro Imprese della Camera di Commercio e risultare attive al momentodella presentazione della domanda e mantenere tale requisito per 5 anni dalla concessione del contributo;3. essere imprese agricole che svolgano attività di vendita (per tali attività non sono consentite spese per la coltivazione e trasformazione ma solo per la vendita risultante dalla visura camerale);4. in caso di nuove attività poste in edifici/negozi con vetrina su strada, precedentemente non occupatiubicati prevalentemente nei centri storici si estenderanno le categorie di impresa, anche ad altre attivitàeconomiche iscritte al Registro Imprese, che svolgano attività di servizi per la comunità anche in sedefissa con vendita di beni o servizi;5. disporre di una unità locale collocata all’interno dell’ambito territoriale del Distretto del commercio chesoddisfi le seguenti condizioni:6. svolgere attività di ristorazione, somministrazione o vendita diretta al dettaglio di beni e servizi, con vetrina su strada o situata al piano terreno degli edifici (per le attività di servizi alla persona possono partecipare al bando anche se non soddisfano il requisito di avere vetrina su strada: le attività possono essere situate al piano terreno degli edifici o all’interno delle corti);7. non rientrare nel campo di esclusione di cui all’art. 1 del Reg. UE n. 1407/2013 “De minimis”;8. non rientrare fra i soggetti di cui all’art. 85 del D. Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 (c.d. Codice delle leggi antimafia) per il quale sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 67del citato D. Lgs. Cosa prevede L’agevolazione consiste nel sostegno di interventi realizzati dalle imprese, finalizzati allo sviluppo della attività produttive, in particolare a sostenere:• Il mantenimento delle attività economiche• l’apertura di nuove attività o il rilancio di attività esistenti in particolare il recupero e la rivitalizzazionedei nuclei storici;• l’adattamento dei punti vendita al risparmio energetico.

Categories:

ATTENZIONE

A breve sarà disponibile l’area riservata per l’accesso ai bandi

inserisci la tua email per essere avvisato quando sarà diusponibile.

ATTENZIONE

A breve sarà disponibile l’area riservata per l’accesso ai bandi

inserisci la tua email per essere avvisato quando sarà diusponibile.